Odysseus verstummt · Online Exhibit

Mostra collettiva di videomessaggi dall’Odissea in uno spazio virtuale interattivo

dal 12.9. e ora permanente: a questo link

Il fatto che l’ Odissea sia in realtà una raccolta di storie più antiche pare quasi un invito a riraccontare quelle stesse storie o a combinarle con altre. A questo si aggiunga il fatto che Ulisse, l’eroe imperfetto che da secoli ci affascina con i racconti delle sue avventure, era anche un noto bugiardo. E se le cose fossero andate diversamente?

In parallelo allo spettacolo di TheaterArche Odyssee 2021, in cui sette autrici hanno contribuito alla composizione di un collage di testi per una serata di teatro immersivo e interdisciplinare, Satyrikon ha quindi lanciato la ‘call for video’ Odysseus verstummt, nun reden die anderen (Ulisse sta muto, ora parlano gli altri), invitando il pubblico ad inviare ‘videomessaggi dall’Odissea’, in cui fossero altri personaggi a raccontare la loro versione dei fatti.

I video pervenuti sono ora raccolti nello spazio virtuale creato ad hoc sulla piattaforma Topia, che consente perfino visite di gruppo, pur restando ciascuno a casa propria. Preview:

Qualche dettaglio tecnico:

  • topia funziona al meglio su Chrome, Edge o Brave (è ancora in Beta su Safari e Firefox e sui cellulari non è possibile visualizzare i video), l’ingresso è gratuito, non è necessario registrarsi, ma è utile fornire un nickname per la creazione di un mini-avatar e consentire l’utilizzo di web-cam e microfono;
  • ci si muove nello spazio puntando il mouse e cliccando oppure utilizzando le frecce sulla tastiera;
  • quando un oggetto punta ad un video o ad un link, passandoci sopra col mouse compare una mano cliccabile;
  • se durante la visita si incontra un altro avatar, non spaventarsi: avvicinandosi si avvia la videochat.

Auguriamo buon divertimento e, per chi fosse interessato, sono ancora online (in tedesco, per imparare la lingua…): una sorta di riassunto dell’ Odissea sulla nostra Wanderkarte Odyssee (una mappa interattiva), più informazioni su molti dei suoi personaggi nell’elenco Ladies, Monster & Nobodies der Odyssee.

 

Un progetto di mediazione artistico-culturale a cura di Roberta Cortese.

IT