chi, cosa, come

about Satyrikon

All’inizio era il Satyricon di Petronio: un pastiche letterario carico di critica nei confronti della società del suo tempo. Satyrikon di lì ha preso ispirazione, allargando il pasticcio a generi, mezzi espressivi e format diversi, purché utili a creare spunti di riflessione su dinamiche e fenomeni sociali.

Satyrikon promuove intercultura anziché integrazione e inclusività al di là di origine, classe e genere; continua a difendere il femminile, perché ancora è necessario farlo. I progetti performativi si concentrano principalmente su autrici contemporanee, con un focus su Elfriede Jelinek per quelli realizzati in Italia; dall’attività sul blog si è sviluppato il romanzo working class Diario di zona  di Luigi Chiarella. Il progetto in corso, Odysseiai f.pl., è dedicato alle figure femminili dell’Odissea e alle riscritture dell’epos omerico ad opera di autrici del XX e XXI secolo.

Satyrikon è un viandante. Nasce a Torino nel 2009 ad opera di Roberta Cortese (dramaturg, attrice e cantante) e Luigi Chiarella (dramaturg, autore) e fino al 2015 sviluppa progetti tra Torino e Cosenza; l’ultimo lavoro in Italia (niente per caso) è Winterreise – Viaggio d’inverno di Jelinek / Müller / Schubert, poi i due si trasferiscono a Vienna e l’associazione va in letargo. Nel 2020, in barba alla pandemia, Satyrikon a Vienna si risveglia e il gruppo di lavoro si allarga a Sophia Leu (singer-songwriter, fitness-trainer) e  Chiara Riccardi (architetta, allestimenti museografici), che contribuiscono felicemente al pasticcio intrinseco al team.

Disclaimer: data la biografia di Satyrikon, questo sito è linguisticamente ibrido. I post fino al 2020 sono in italiano, di lì in avanti, dove possibile, in italiano e tedesco. Menu, categorie e altri elementi hanno assunto l’inglese come lingua franca.

IT