Allarme provini

Solo qualche appunto, dopo aver sentito e letto vari commenti in giro, da parte di amici attori direttamente interessati o per lo meno informati sui fatti, visto che, per lo meno inizialmente, la questione avrebbe dovuto toccare ‘pochi eletti’.
Si tratta di provini per uno spettacolo teatrale in programma per la prossima stagione. Uno spettacolo importante, con un regista affermato, in un teatro stabile.
E i provini si fanno in MP4.

I provini teatrali in Italia già non sono dei veri provini anche quando sono fatti ‘dal vivo’.
Un po’ perché vengono invitati i soliti ‘pochi eletti’ di cui sopra, che magari hanno già lavorato in qualche spettacolo o sono usciti dalla scuola del teatro che li organizza, un po’ perché magari ti fanno salire su un palco, dire una frase e grazie tante… le solite storie sentite e risentite.

Però è davvero opinabile che questi provini in MP4 non finiscano per fare tendenza, per quanto glamour possano sembrare. Non che i video diciamo ‘di presentazione’ di un attore siano da condannare. Anzi, sono certamente un mezzo molto pratico e diretto per mostrare come si lavora.

Per un provino, però, è un po’ diverso. Dovendo produrre un MP4 l’attore si ritrova non solo a doversi ‘inscenare da sé’, come comunque è il caso di qualunque provino su testo, ma non ha nemmeno la possibilità di dimostrare versatilità lavorando direttamente col regista (come dovrebbe essere in un vero provino, dove si dovrebbe ‘provare’ ‘testare’, appunto, la capacità dell’attore). In più, deve pure improvvisarsi video maker e video editor.
E ripeto che è un provino per uno spettacolo di teatro, non per un film: dove va a finire la famosa ‘presenza scenica’? In un CD-rom?

Non ero tra i pochi eletti invitati direttamente a partecipare, però ho amici altruisti tra i pochi eletti… Avrei quindi potuto fabbricarmi questo provino, visto che ho il testo e la capacità di ‘gestirlo’, ho una videocamera e so perfino usare Adobe Premiere.
Non lo faccio perché un po’ mi ripugna proprio. E tengo a precisare che questa non è una critica a chi si presterà a farlo, ma a chi ha escogitato questo nuovo sistema.

Come già commentato in altra sede, ora sono in attesa della nuova applicazione per provini per i-phone.
Ed è subito share.

You may also like

One comment

  • Anna Laura Morello 27 Agosto 2011   Reply →

    Oramai siamo alla merda sotto i capelli…buona fortuna Italia! Il mio occhio è sempre più distaccato, meno distratto da te. Penso a organizzarmi (come ho già fatto) un futuro senza di te, lontano da te. Per me puoi sprofondare sott’acqua con tutti i suoi familismi, la presentazione becera di sè stessi, L’ignoranza, l’ egoismo, dalla socialità malata.

Leave a comment

IT
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: