LA PARTENZA

 

 Winterreise è il testo teatrale di Elfriede Jelinek ispirato all’omonimo ciclo di Lieder di Schubert su testi di Wilhelm Müller. Niente note di regia, nessuna battuta né personaggi definiti, protagonista assoluto è il linguaggio, denso di citazioni e riferimenti più o meno nascosti, ricco di giochi di parole e calembour che gli conferiscono qualità assolutamente musicali.

Questo progetto, nato da un lavoro collettivo e sviluppatosi poi in forme differenti, è volto a scandagliare le possibilità fornite dal testo e ad approfondirle attraverso modalità espressive diverse: azioni performative, video, musica. Obiettivo: un percorso di avvicinamento tra un’autrice difficile, e perciò temuta, ed un pubblico al quale lei, nel privato, a sua volta si sottrae.

Nel testo, suddiviso in otto parti, Jelinek intreccia come sempre pubblico e privato: elementi autobiografici, come il rapporto difficile con la madre e la malattia mentale del padre, ma anche contesti sociopolitici e fatti di cronaca austriaca, come lo scandalo bancario seguito alla vendita dell’austriaca Hypo Alpe Adria alla Bayerische Landesbank nel 2007, o come la vicenda di Natascha Kampusch, tenuta prigioniera per otto anni e mezzo in uno scantinato, riuscita a sfuggire al suo aguzzino, ma non alle critiche costanti dell’opinione pubblica.

Protagonista virtuale: un io lirico che vaga senza posa per il mondo, perdendosi innanzi tutto in se stesso.

Anche oggi ho dovuto camminare,
avanti, nella notte profonda,
e per quanto fossi al buio
alla fine ho chiuso gli occhi.

Wilhem Müller, Winterreise.

LA RICEZIONE DEL TESTO

 

Winterreise di Elfriede Jelinek è stato scritto nel 2011 su commissione dei Kammerspiele di Monaco; lo stesso anno è stato pubblicato dal Rowohlt Verlag ed insignito del Mülheimer Dramatikerpreis. Con oltre 20 messe in scena in tutta Europa, è tra la pièce teatrali tedesche più rappresentate degli ultimi anni.
La traduzione italiana di Roberta Cortese è stata finanziata da Goethe-Institut e Forum Austriaco di Cultura e sarà prossimamente pubblicata da Nonostante Edizioni.

In Italia, il testo integrale è stato presentato nel 2014 in anteprima nazionale a San Pietro in Vincoli a Torino, in una lettura/studio a cura del Collettivo Winterreise, per una coproduzione ACTI Teatri Indipendenti, Satyrikon e  15febbraio, col patrocinio del Dipartimento di Lingue, Letterature e Studi Interculturali dell’Università di Firenze. La lettura/concerto e la performance in fase di elaborazione sono promossi da Satyrikon.

Quando si è il tempo,

non si arriva mai comunque,

si continua ad andare avanti.

Elfriede Jelinek, Winterreise

per non perdere i sentieri tracciati da Elfi e Franzl

La mappa del testo

apri